TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
URBIM - edilizia e urbanistica
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami ANNO X - ISSN 2037-6545
 
  Print Page






































Le concessioni di beni demaniali marittimi ex art. 10 della l. 88/2001 si rinnovano automaticamente senza alcuna soluzione di continuità

Le fattispecie di concessioni di beni demaniali marittimi che ricadono nel campo di applicazione dell'art. 10 della L. 88/2001 non sono assimilabili a quelle del rinnovo “discrezionale” in quanto è lo stesso legislatore a sancire in via automatica la prosecuzione del rapporto concessorio senza che a tal fine sia necessaria una nuova manifestazione di volontà delle parti o, comunque, un rinnovato esercizio della funzione pubblica afferente la gestione del bene. La concessione rinnovata si riallaccia, quindi, alla precedente senza alcuna soluzione di continuità costituendone la prosecuzione che non può nemmeno essere impedita dall’invio di una disdetta da parte del concedente, ma solo dall’esercizio del potere di revoca che è tutt’altra cosa.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 





































Powered by Next.it