TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
URBIM - edilizia e urbanistica
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami ANNO X - ISSN 2037-6545
 
  Print Page


































Il termine massimo ventennale per le concessioni demaniali marittime turistico-ricreative ex d.l. 400/1993 non si applica ai rapporti già in essere

Il termine ventennale, corrispondente alla durata massima prevista per le concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreative dall'art. 03, co. 4-bis, del decreto-legge n. 400/1993, aggiunto dall’art. 1, co. 253, della legge n. 296/2006 e poi modificato dall’art. 11, co. 1, lett. c), della legge n. 217/2011 (Legge comunitaria 2010), concerne le nuove concessioni, da rilasciare o rinnovare con procedure di evidenza pubblica ai sensi degli artt. 15 e 16 del d.lgs. n. 59/2010, che recepisce la direttiva 2006/123/CE, e non può trovare applicazione ai rapporti concessori già in essere.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 





























Powered by Next.it