NOTIZIARIO QUOTIDIANO IN FORMATO DIGITALE ISSN 2037-6545 (ANNO XI) 
TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
URBIM - edilizia e urbanistica
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami
 
  Print Page
































La concessione di uno specchio d’acqua si riferisce solo alla superficie occupata e non può estendersi anche alle catenarie e ai corpi morti

La concessione di uno specchio d’acqua, salvo contrario avviso espressamente previsto, per definizione si riferisce solo alla superficie d’acqua occupata e non può estendersi anche alle catenarie e ai corpi morti, che sono collocate nei fondali e che spesso si trovano a diversi metri di profondità dalla superficie d’acqua. Tale soluzione è la più coerente con l’intima essenza della concessione demaniale marittima, che ha la precipua funzione di abilitare il concessionario alla messa a disposizioni di specchi d’acqua per l’attracco di natanti e imbarcazioni di una dimensione sostanzialmente corrispondente allo stesso specchio d’acqua messo a disposizione.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 



























Powered by Next.it