TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
URBIM - edilizia e urbanistica
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami ANNO X - ISSN 2037-6545
 
  Print Page






































I beni dei soppressi enti comunali di assistenza sono entrati a far parte del patrimonio disponibile dei comuni e sono alienabili ed usucapibili

La circostanza che, per effetto del D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, art. 25, i beni dei soppressi enti comunali di assistenza siano stati trasferiti ai Comuni non ha modificato la natura di detti beni come facenti parte del patrimonio disponibile, in assenza del doppio requisito (soggettivo ed oggettivo) della manifestazione di volontà dell'ente titolare del diritto reale pubblico (e, perciò, di un atto amministrativo da cui risulti la specifica volontà dell'ente di destinare quel determinato bene ad un pubblico servizio) e dell'effettiva ed attuale destinazione del bene al pubblico servizio; in difetto di tali condizioni, detti beni non entrano a far parte del patrimonio indisponibile del comune e pertanto sono alienabili ed usucapibili secondo le regole del diritto comune.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 





































Powered by Next.it