ISSN 2037-6545 (ANNO XII) 
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami
 
  Print Page




























La chiusura dello stabilimento balneare è legittima solo se gli abusi edilizi accertati ne hanno comportato una radicale trasformazione

In caso di abusi edilizi in uno stabilimento balneare, la sospensione in toto delle attività commerciali disposta dal Comune deve essere motivata in ragione dell’avvenuta radicale trasformazione del locale rispetto al contenuto della licenza, tale da comportarne la decadenza; in mancanza di detta radicale trasformazione, l’esercizio del potere sanzionatorio comunale va necessariamente proporzionato alla qualità e quantità degli abusi commessi ed esercitato operando il necessario contemperamento tra l'interesse pubblico alla repressione degli abusi stessi e l'interesse privato allo svolgimento di un’attività imprenditoriale.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 





























Powered by Next.it