TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
URBIM - edilizia e urbanistica
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami ANNO X - ISSN 2037-6545
 
  Print Page






































La pianificazione regionale in materia di cave ha lo scopo di contemperare lo sfruttamento economico con la tutela del territorio e dell’ambiente

Il trasferimento alle Regioni delle funzioni statali in materia di “cave e torbiere” ha favorito un’evoluzione della legislazione in subiecta materia: accanto alla prospettiva prettamente economica da cui muoveva il R.D. 29 luglio 1927, n. 1443 sono emersi progressivamente ulteriori e concorrenti interessi, quali quello di tutela del territorio e dell’ambiente, che hanno, da un lato, giustificato la concorrente funzione normativa regionale e, dall’altro, introdotto nuove e più articolate coordinate per la definizione dello statuto proprietario. Di qui, l’ampio spazio concesso alla normativa regionale in materia di cave volto a prevedere un controllo più penetrante dell’attività estrattiva, assoggettando l’area di interesse ad una pianificazione settoriale con coeva emersione di un obbligo generalizzato di autorizzazione per l’attività di cava.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 





































Powered by Next.it