NOTIZIARIO QUOTIDIANO IN FORMATO DIGITALE ISSN 2037-6545 (ANNO XI) 
TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
URBIM - edilizia e urbanistica
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami
 
  Print Page
  • HOME
  • Notizie
  • Locazioni
  • IL RINNOVO TACITO DELLE LOCAZIONI AI SENSI DELLA L. 392/1978 IN CUI È PARTE LA P.A. NON RICHIEDE ALCUNA ESPRESSA PREVISIONE NEL CONTRATTO ORIGINARIO
































Il rinnovo tacito delle locazioni ai sensi della l. 392/1978 in cui è parte la p.a. non richiede alcuna espressa previsione nel contratto originario

Il rinnovo tacito delle locazioni ai sensi della l. n. 392 del 1978 nei contratti di cui è parte la pubblica amministrazione, non richiede alcuna espressa previsione nel contratto originario, trattandosi non di una manifestazione tacita di volontà della pubblica amministrazione bensì di un effetto derivante direttamente dalla legge, così superandosi il problema relativo al fatto che la volontà dell’amministrazione pubblica deve sempre manifestarsi con la forma scritta.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 



























Powered by Next.it