TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
URBIM - edilizia e urbanistica
CatastOnline - Aggiornamento e informazione tecnica in materia di catasto
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami ANNO  - ISSN 2037-6545
 
  Print Page
  • HOME
  • Notizie
  • Beni culturali
  • VERIFICA DI CULTURALITA’ NON COMPIUTA NEI 120 GIORNI DI LEGGE: L’ENTE PUBBLICO PROPRIETARIO PUO’ AGIRE CONTRO IL SILENZIO
























Verifica di culturalita’ non compiuta nei 120 giorni di legge: l’ente pubblico proprietario puo’ agire contro il silenzio

L’inutile decorso del termine di 120 giorni, stabilito dall'art. 12 comma 10 d.lgs. 42/2004 per la conclusione del procedimento di verifica, senza che l’Amministrazione abbia adottato l’atto finale, non implica il venire meno della condizione, pur sempre provvisoria, di bene culturale, della cosa immobile assoggettata a verifica, ma l'interessato ben può sollecitare l’apertura del procedimento di verifica dell’interesse culturale e, a fronte del silenzio o della mancata conclusione del procedimento nel termine prescritto dalla legge, ben può reagire avvalendosi dei rimedi stabiliti dall’Ordinamento.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 



























Powered by Next.it