NOTIZIARIO QUOTIDIANO IN FORMATO DIGITALE ISSN 2037-6545 (ANNO XI) 
Esproprionline.it - L'espropriazione per pubblica utilità.
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
direttore scientifico: dott. Gabriele Lami
 
  Print Page
  • HOME
  • Notizie di giurisprudenza
  • Rifiuti
  • L’ART. 184, COMMA 2, LETT. D) DEL D.LGS. 152/2006 NON OPERA DISTINZIONI TRA RIFIUTI URBANI GIACENTI SULLE RIVE DEI CORSI D'ACQUA E RINVENUTI IN ALVEO






















L’art. 184, comma 2, lett. d) del d.lgs. 152/2006 non opera distinzioni tra rifiuti urbani giacenti sulle rive dei corsi d'acqua e rinvenuti in alveo

L’art. 184, comma 2, lett. d) del d.lgs. n. 152/2006, che stabilisce che sono da considerare quali urbani “i rifiuti di qualunque natura o provenienza, giacenti sulle strade ed aree pubbliche o sulle strade ed aree private comunque soggette ad uso pubblico o sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d'acqua” non distingue tra i rifiuti “giacenti sulle rive del fiume” (che sarebbero urbani) e quelli “rinvenuti in alveo” (che non lo sarebbero) e non è quindi consentito introdurre tale distinzione in via ermeneutica.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

























Powered by Next.it